© GettyImages

Cambia la strategia di crescita del gruppo Moncler che, ottenuto il via libera da Borsa Italiana e dalla Consob per la quotazione nei mercati azionari, decide di posticipare il suo ingresso a Piazza Affari. Il motivo? Il nuovo accordo con Eurazeo che, per gli azionisti, costituisce “il miglior modo per perseguire la strategia di crescita del gruppo e di valorizzazione dei marchi”.
L’ingresso in Borsa non è stato annullato, ma solo posticipato. Per il momento Moncler e i suoi azionisti, “valutate le condizioni dei mercati finanziari, hanno deciso di non procedere con l'Offerta pubblica di vendita e sottoscrizione funzionale alla quotazione delle azioni della società sul Mercato Telematico Azionario, organizzato e gestito da Borsa Italiana, e di rinviare tale progetto ad una fase successiva”, si legge in un comunicato del gruppo. Eurazeo, società quotata alla Borsa di Parigi, entra come primo azionista nel capitale sociale di Moncler che viene valutato oltre 1,2 miliardi di euro.
La compagine azionaria dopo l'operazione sarà composta da Eurazeo (45%), Remo Ruffini (32%), Carlyle (17,8%), Brands Partners 2 (5%) e Sergio Buongiovanni (0,25%).