Moncler cambia l’azionariato e punta a Oriente

Remo Ruffini © Getty Images

Una piccola grande rivoluzione nel capitale societario di Moncler. Il fondatore Remo Ruffini, apre all’ingresso di nuovi soci strategici nello sviluppo del brand, celebre soprattutto per i suoi capi di abbigliamento invernale. Dal prossimo 3 agosto, data in cui la nuova intesa avrà efficacia, la Ruffini Partecipazioni costituirà una nuova società con la Temasek di Singapore (per il fondo è il maggior investimento in una società italiana) e Juan Carlos Torres, investitore e presidente di Dufry, una newco che avrà il 32% della quota di Moncler. La società sarà detenuta per il 24,4% dai due nuovi soci e per il 75,6% da Remo Ruffini.

Contestualmente, riporta una nota dell’agenzia Radiocor , Clubsette, veicolo controllato al 52.5% dalla Tamburi Investiment Partners (Tip), che ha attualmente una quota del 14% della Ruffini Partecipazioni, uscirà dalla stessa e riceverà una quota diretta del 5,1% di Moncler, come rimborso e liquidazione. In seguito all'uscita di Clubsette, la newco avrà una quota del 26,8% di Moncler. Remo Ruffini resterà il principale singolo azionista e l'azionista di controllo della Newco e continuerà a definire e guidare i piani di Moncler per il suo futuro sviluppo.