© Getty Images

Continua la fuga del fondo Permira da Hugo Boss: in pochi mesi il private equity è sceso dal 50% al 22% (ma scenderà al 14% in breve tempo) e ieri, il veicolo lussemburghese Red & Black Lux ha collocato 7,35 milioni di azioni, corrispondenti al 10,4% del capitale.

Stavolta a comprare sono stati gli italiani. Da una parte la famiglia Marzotto che, attraverso le holding Zignago Holding e Pfc, ha acquistato 5 milioni di azioni (7%) grazie al supporto di Mediobanca, nel doppio ruolo di consulente e finanziatore. Mezzo miliardo di euro il valore del pacchetto pagato dalle holding riconducili in particolare a Paolo Marzotto.

Permira aveva acquistato proprio dalla famiglia - rimasta socio di minoranza - il marchio di abbigliamento nel 2007 con un'opa per il 75% del capitale: insieme con l'acquisto di Valentino Fashion Group, l'investimento totale era stato di 3,2 miliardi di euro.

Le altre azioni sono andate a Tamburi Investment Partners: 490 mila azioni, 0,7% del capitale per 50 milioni di investimento (102 euro ad azione). Gianni Tamburi nel comunicato di acquisizione dice che Hugo Boss ha conseguito ricavi per 2,57 miliardi, a fronte di un margine operativo lordo (ebitda) di 591 milioni.