Lvmh compra Tiffany: accordo per 14,7 miliardi di euro

© Getty Images

È ufficiale: il colosso francese del lusso Lvmh acquisterà la gioielleria americana Tiffany. Dopo le notizie trapelate nei giorni scorsi, ora sono le due società a confermare l’accordo, attraverso una nota congiunta che formalizza l’operazione e che specifica anche i dettagli. Il prezzo di vendita è pari a 135 dollari per azione: il gruppo guidato dal miliardario BernardArnault, dunque, ha alzato il tiro rispetto all’offerta iniziale di 120 dollari, ritenuta troppo bassa dall’azienda statunitense.

Del resto, con i suoi 300 punti vendita e i suoi 4 miliardi di ricavi all’anno, Tiffany è una delle maggiori gioiellerie del mondo. Si tratta dell’acquisizione più grande nella storia di Lvmh, che ora aumenterà ulteriormente la sua posizione nel comparto dei gioielli (possiede già Cartier e Bulgari), uno dei settori a più forte crescita sul mercato del lusso. Grazie alla transazione, la gioielleria preferita di Audrey Hepburn, che negli anni scorsi aveva attraversato un periodo di crisi, guadagnerà 16,2 miliardi di dollari, ossia 14,7 miliardi di euro.