© Getty Images

L'illuminazione di Andrea Bonomi si chiama Flos, l'azienda di lampade fondata nel 1962 dai designer Dino Gavina e Cesare Cassina.

L'imprenditore ha acquisito l'80% dell'azienda attraverso Padme, controllata dal fondo Investindustrial, per un prezzo di 320 milioni sulla valutazione iniziale di 400. Il rimanente 20% del capitale rimane in mano alle famiglie Gandini, Rodriguez e Weber.

Pietro Gandini resterà Ceo del gruppo dopo 20 anni alla guida, mentre Federico Martinez Weber (Ceo di Antares Illuminacion) rimarrà come Ceo della parte Architectural.

«Impegneremo notevoli risorse per supportare l'internazionalizzazione dell'azienda», il commento del neo patron dell'azienda che ha le sue creazioni esposte al Met di New York, al Victoria & Albert Museum di Londra, alla Triennale di Milano e al Centro Pompidou di Parigi.

Flos è stata assistita da Jp Morgan e dallo studio Pavesi Gitti Verzoni, mentre gli advisor di Investindustrial sono stati Lazard, Unicredit, gli studi Lombardi-Molinari-Segni e Chiomenti.

Il prossimo colpo in canna di Bonomi si chiama Club Med, dove però ha la concorrenza dei cinesi di Fosun.