Brunello Cucinelli © Getty Images

Brunello Cucinelli

Grande fermento a Piazza Affari per le aziende della moda. Per un marchio che progetta l’uscita dalla Borsa di Milano, un altro che si muove per entrare. Se la famiglia Benetton ha in programma il delisting del gruppo di Ponzano Veneto; Brunello Cucinelli ha confermato le voci che volevano l’azienda umbra del cashmere in Borsa, presentando la propria domanda di ammissione alla quotazione. «Agevolare il futuro assetto competitivo di Benetton Group», le motivazioni della dipartita dell’azienda veneta dalla Borsa, che si concretizzerà attraverso un’offerta pubblica di acquisto, che consentirà ai Benetton di riacquistare, attraverso la holding di famiglia Edizione, il 27% del capitale del gruppo per un esborso totale che potrebbe essere di 276,6 milioni di euro. «Una crescita sana, garbata e sostenibile». È quanto Brunello Cucinelli auspica per la propria azienda pronta alla quotazione. L’ipo dovrebbe riguardare circa un terzo dell’azienda che ha la propria sede nel borgo medievale di Solomeo, alle porte di Perugia.