Nel corso degli anni le vicende della Kiton, storica azienda napoletana, e del Lanificio Carlo Barbera, marchio biellese top di gamma nei tessuti di lana e cashmere, si sono intrecciate diverse volte.
Se negli anni ’60 fu il famoso Lanificio a correre in soccorso dell’imprenditore Ciro Paone e della sua Kiton, rilevandone il 25%, oggi è la casa di moda napoletana a salvare l’azienda dei Barbera.
A rilevare i retroscena della vicenda Antonio De Matteis, amministratore delegato della Kiton e nipote di Paone. La Kiton con un investimento iniziale di 2 milioni di euro ha rilevato marchio e fabbrica dell’azienda Barbera dal concordato preventivo. Alla famiglia Barbera, che resta socia di minoranza rimane la gestione tecnico-operativa, mentre la Kiton si occuperà dello sviluppo strategico.