© Getty Images

Il rumors battuto da Bloomberg, secondo il quale la Ferrari Spa sarebbe stata prossima a traslocare in Inghilterra, si è spento in un batter d’ali.

Con un comunicato ufficiale, la Fca ha smentito l’ipotesi di trasferire la sede fiscale della Ferrari in Inghilterra, per beneficiare di eventuali vantaggi fiscali: «La stampa ha riferito di voci secondo le quali Ferrari Spa avrebbe allo studio il trasferimento della propria residenza fiscale all'estero. Si tratta di voci prive di fondamento», si legge nella nota. «Non vi è alcun piano o intenzione di trasferire all'estero la residenza fiscale di Ferrari Spa, nè alcun progetto di delocalizzare le sue attività italiane, che continueranno ad essere soggette al regime fiscale italiano».

La rossa non seguirà dunque l’iter di Fca, che ha spostato la propria sede fiscale a Londra, e continuerà a essere un simbolo italiano.

Secondo Bloomberg il trasloco inglese avrebbe portato a un indubbio vantaggio economico: il governo Cameron ha stabilito per l’anno prossimo un taglio della tassa sui profitti di impresa dal 21% al 20%, e una riduzione pari al 10% per l’aliquota di imposta sui brevetti.