La cementeria di Italcementi a Calusco d'Adda (BG)

Cementeria di Calusco d'Adda (BG), uno dei numerosi impianti di Italcementi

I Pesenti, una delle più antiche dinastie imprenditoriali del nostro Paese e per oltre un secolo definita come i re del cemento, escono a sorpresa dall’italiana Italcementi. È quanto è stato annunciato in una nota della holding di famiglia Italmobiliare, che ha ceduto la propria partecipazione nella società di produzione e commercializzazione di cemento e calce idraulica ai tedeschi di HeidelbergCement. L'accordo, si sottolinea da Italmobiliare, darà vita al primo gruppo mondiale negli aggregati, il secondo nel cemento e il terzo nel calcestruzzo. Sarà una multinazioanle con una capacità produttiva totale di circa 200 milioni di tonnellate di cemento, 275 milioni di tonnellate di aggregati e 49 milioni di metri cubi di calcestruzzo, con un fatturato proforma 2014 di circa 16,8 miliardi di euro realizzato in oltre 60 Paesi presenti in cinque continenti. «Un imprenditore sa che l'importante è garantire lo sviluppo futuro dell'attività più che arroccarsi nella continuità del controllo dell'azienda», ha affermato Giampiero Pesenti, presidente di Italmobiliare.

I DETTAGLI DELL’OPERAZIONE. L’intesa prevede l'acquisto da parte di HeidelbergCement della partecipazione detenuta da Italmobiliare nel capitale azionario di Italcementi a un prezzo di 10,60 euro per azione, che rappresenta un premio del 70,6% rispetto al prezzo di Borsa degli ultimi 3 mesi, per un valore complessivo di 1.666 milioni. Per Italmobiliare è prevista l’assegnazione, come parte del corrispettivo di acquisto, di una quota del capitale di HeidelbergCement, a scelta di Italmobiliare, compresa fra il circa 4% e il 5,3% - tramite aumento di capitale riservato - che corrisponde a un controvalore di 560 e 760 milioni.

Con questa partecipazione azionaria Italmobiliare diverrà il secondo azionista industriale di HeidelbergCement, con un rappresentante all'interno del Consiglio di Sorveglianza. Successivamente al closing dell'operazione, HeidelbergCement sarà tenuta a effettuare un'Offerta pubblica di acquisto obbligatoria per cassa sul restante capitale di Italcementi al medesimo prezzo per azione pagato a Italmobiliare. Italmobiliare, nell'ambito della stessa operazione, si impegna ad acquistare da Italcementi le attività nel settore delle energie rinnovabili (Italgen) e nell'eprocurement (BravoSolution). Al closing dell'operazione, Italmobiliare potrà contare su circa 670-870 milioni di euro di cassa, in funzione della quota sottoscritta in HeidelbergCement. Oggi Italmobiliare detiene ancora partecipazioni in Rcs e in diverse banche, tra cui Unicredit, Ubi banca, Mediobanca e Banca Leonardo.