Il neo premier Alexis Tsipras annuncia i suoi primi provvedimenti governativi. E i mercati finanziari sembrano (decisamente) non gradire. In rosso per il terzo giorno consecutivo, mercoledì la Borsa di Atene ha chiuso a -9,24%. In caduta libera anche i titoli bancari, scesi a -22%. A impensierire sarebbero sia il rischio di un braccio di ferro con il cancelliere tedesco Angela Merkel, sia gli stessi provvedimenti annunciati, che sembrano andare contro le regole base della liberalizzazione del mercato. Il premier greco ha infatti stabilito il blocco della privatizzazioni del porto del Pireo, che sarebbe dovuto essere venduto al gruppo cinese Cosco, e del colosso energetico PPC, di proprietà statale. “La posizione del governo è fermare le privatizzazioni nelle infrastrutture per sviluppare il Paese", ha spiegato Spirtzis, vice-ministro alle Infrastrutture, a Mega Tv. E ancora: Tsiparas vorrebbe ripristinare la tredicesima per le pensioni, e annullare i tagli effettuati al personale pubblico, reintegrando in primis le donne delle pulizie e i bidelli.