Alcuni operai stendono la fibra ottica. In Italia, sarà Enel - e non Telecom - a farlo per conto del governo

POI TOCCHERÀ ALLA TV. Come sopra accennato, nelle idee dell'esecutivo, il piano non è che un primo passo per una complessiva e radicale ristrutturazione del settore delle Telecomunicazioni, che comprenderà dunque anche le reti per le trasmissioni radiotelevisive, a cominciare dalle antenne. Con il medesimo obiettivo di fondo: conservare il controllo da parte dello Stato del sistema infrastrutturale. Sarà in questo settore la prossima mossa del governo?