La cessione di Malo si è ufficialmente conclusa. Mancava solo la firma del Ministero dello Sviluppo Economico a formalizzare l’atto. E la firma finalmente c’è stata. Evanthe è il nuovo proprietario del brand specializzato in cashmere e fibre nobili del gruppo It Holding.
I tre commissari straordinari, Stanislao Chimenti, Roberto Spada e Andrea Ciccoli, avevano già da tempo scelto per il brand, tra le quattro offerte pervenute, quella di Evanthe, ma l’affare si è concluso solo con la firma del Ministero avvenuta a seguito del via libera dei sindacati al piano che prevede il passaggio di 154 dipendenti di Malo alla nuova realtà del gruppo Evanthe.
La società Evanthe, controllata da Exa-Engineering for architecture, opera come general contractor per la progettazione e la realizzazione di negozi di lusso e ha un giro d’affari di oltre 20 milioni di euro. Evanthe si è aggiudicata l’asta mettendo sul piatto 8,1 mln più l’accollo del debito del Tfr.
Per le altre aziende del gruppo It Holding: Itierre e Gianfranco Ferré, si è invece proceduto all’apertura delle proposte migliorative dei quattro pretendenti, due per società. Ittierre è contesa fra il Gruppo Albisetti e la cordata formata dagli ex obbligazionisti (Ing, Pioneer e Goldman Sachs), dall’imprenditore Maurizio Borletti e dal fondo Antares di Stefano Romiti. Il favorito sarebbe Albisetti, realtà comasca che produce abbigliamento intimo e mare.
Per quanto riguarda Gianfranco Ferré, dovrebbe concretizzarsi entro fine mese, la vendita della maison. In pole position Samsung e Pcm-Prodos Capital Management, che dovrebbero avere la meglio sull’altro concorrente, l’imprenditore egiziano Hamed Eleish.