Ferrero punta Kellogg’s: offerta da 1,5 mld di dollari per i suoi biscotti

© Getty Images

Con oltre 10,5 miliardi di euro incassati nel 2017 e più di 34 mila dipendenti, oggi è già la terza azienda dolciaria nel mondo per fatturato. Ma l'italiana Ferrero non ha alcuna intenzione di arrestare la sua corsa. L’ultima mossa? Stando alla CBCB , il colosso di Alba avrebbe presentato un’offerta da 1,5 miliardi di dollari per acquistare la linea di biscotti e snack della statunitense Kellogg’s.

Del resto, la società che ha inventato prodotti conosciuti in ogni parte della terra, come la Nutella e l'uovo Kinder, non è nuova al mercato americano. Nel 2017 si è già aggiudicata il brand Ferrara Candy Company per un miliardo di dollari e i marchi Butterfinger e BabyRuth (caramelle e snack) della Nestlè Usa per 2,8 miliardi di dollari. Per mettere a segno il terzo colpo negli Usa, però, dovrà battere la concorrenza di altre due aziende interessate ai prodotti Kellogg’s, la Hostess Brands e B&G Foods, due storiche big americane del campo dolciario e alimentare. L’eccellenza italiana starebbe pensando anche all’acquisto del marchio australiano di biscotti Arnott’s, oggi di proprietà di un’altra americana, la Campbells.