Era nell'aria, ora forse ancora di più. Potrebbe mancare davvero poco a vedere il Gruppo Ferrari quotato in bBorsa, almeno questo è quello che trapela dalle parole di Sergio Marchionne, presidente della Casa di Maranello e a.d. del Gruppo Fca. Il Cavallino Rampante quindi potrebbe essere quotato al New York Stock Exchange il giorno seguente al Columbus Day, non per una ricorrenza storica, ma per una questione prettamente tecnica, come ha ribadito SergioMarchionne.

«Tecnicamente per piazzare il 10% di Ferrari dovremmo aspettare fino al 12 ottobre, un anno dalla fusione Fiat-Chrysler. Questo non vuol dire che l’operazione non possa essere fatta prima, ma per il closing bisogna aspettare quella data». Marchionne ribadisce che basterà quotare un 10% delle azioni, non di più. Rimane invece molto elastica la questione su possibili alleanze per Fiat Chrysler Automobiles, dove Marchionne e tutto il Gruppo cerca sempre nuovi spiragli e contatti con altre aziende.