Facebook © GettyImages

L’avventura di Facebook in Borsa inizierà ufficialmente alle 11 di oggi (le 17 italiane), venerdì 18 maggio. Il social network da 900 milioni di utenti, a Wall Street ‘FB’, ha fissato ufficialmente il prezzo a 38 dollari per azione, leggermente inferiore a quanto proposto da LinkedIn lo scorso anno, ma abbastanza per raccogliere 16 miliardi di dollari raggiungendo una valutazione complessiva di 104 miliardi. Per far fronte alla domanda i 337,4 milioni di titoli annunciati sul mercato sono stati portati a 421,2 milioni (+25%); nonostante l’ipo, l’ad e fondatore Zuckerberg manterrà il controllo della società con il 57,5% dei diritti di voto.
In attesa del verdetto del mercato – che lo scorso anno raddoppiò in un solo giorno il valore di LinkedIn – gli analisti sono fiduciosi per titolo che potrebbe percorrere la strada di Google, gigante della rete che al momento viaggia a un prezzo superiore ai 620 dollari per azione. Il mondo della finanza guarda già alle sfide che Facebook dovrà affrontare per monetizzare i suoi 900 milioni di utenti. Oltre ai numerosi annunci pubblicitari comparsi negli ultimi mesi sulle pagine del social network, l’azienda si prepara a introdurre un sistema di pagamento per chi vuole assicurarsi che i propri amici vedano quello che scrive. Il servizio è stato avviato in Nuova Zelanda a un prezzo di 1,53 dollari.