Momento d'oro per le azioni Facebook in Borsa (+35% in un anno), che hanno permesso al social network di Mark Zuckerberg di raggiungere la capitalizzazione di ben 250 miliardi di dollari. Più che raddoppiato, quindi, il valore di 104 miliardi di dollari del 2012, quando il social debuttò a Wall Strett, ma il risultato appena raggiunto permette anche a Facebook di togliere a Google lo scettro di società che più velocemente ha raggiunto una capitalizzazione da 250 miliardi di dollari (tre anni contro gli otto di Mountain View).

In casa Google, invece, la situazione sembra diversa. Secondo indiscrezioni l'azienda starebbe stringendo la cinghia per contenere i costi in un contesto di rallentamento degli utili, di calo dei margini e l'andamento piatto dei titoli in Borsa (la trimestrale sarà diffusa il prossimo 16 luglio).