Il colosso Magneti Marelli, che vale all'incirca 3.3 miliardi di dollari, in un futuro non così lontano potrebbe non essere più del gruppo FCA. Il gruppo "capitanato" da Marchionne non conferma ma le indiscrezioni ci sono. Negli ultimi tempi sarebbero almeno tre le proposte ricevute da FCA da parte di fondi d'investimento americani. A riportarlo è l’agenzia Reuter che ha anche scritto di avere avuto conferma della notizia da parte di tre diverse fonti informate sulla vicenda. Sempre secondo Reuter, FCA ha già ricevuto un'offerta concreta di 2.5 miliardi, ritenuta però troppo bassa per pensare ad un'eventuale vendita. Da parte del gruppo FCA non c’è stata alcuna conferma della notizia e Gualberto Ranieri, portavoce del gruppo negli Usa, ha dichiarato che la Magneti Marelli non è in vendita. D’altra parte c’è chi fa presente come attualmente l’attenzione e l’impegno per i vertici del gruppo FCA sia rivolto alle vicende Ferrari, e che non appena la vicenda della collocazione in borsa delle azioni sarà ultimata, è probabile che venga affrontato il tema Magneti Marelli. Il perché è presto detto; Come per il Marchio Ferrari anche Magneti Marelli verrebbe venduta per aumentare le "casse" di FCA cosicché poi si potrebbe reinvestire parte dei soldi sui nuovi e numerosi progetti. La Magneti Marelli è il numero 30 nella classifica dei primi 100 fornitori di componentistica per auto con un fatturato di circa 8 miliardi di dollari. Ha 38 mila dipendenti ed è presente con stabilimenti di produzione in 19 paesi. Una società che nonostante la crisi continua a fornire utili importanti alla Casa Madre.