© Getty Images

Effetto Draghi, ancora una volta. Dopo i peggioramenti diffusi in tutti i mercati europei, causati dal quinto calo consecutivo dell’indice Ifo tedesco, le parole del presidente della Banca centrale europea ("l'Europa non è in recessione") hanno dato sollievo alle Borse, soprattutto Piazza Affari, la migliore d’Europa con una chiusura dell’indice Ftse Mib a 1,67%, che ha beneficiato anche del buon andamento di Wall Street.
Tra i titoli della Borsa Italiana si è distinto Cnh Industrial, che ha chiuso a +3,62% dopo l’accordo tra Iveco Bus e la maggiore società tedesca di trasporti per la fornitura di autobus suburbani. Segnali molto positivi anche per Luxottica (+2,92%), Bpm (+2,83%), Telecom (+2,76%), Snam (+2,65%) ed Eni (+2,49%).