©GettyImages

Diego Della Valle

Oltre 6 milioni di azioni di Tod’s sono da oggi sul mercato. Il collocamento del 10% dell’azienda dei Della Valle è stato affidato a Mediobanca, che ha organizzato un “Accelerated Bookbuilding Offer”, una vendita accelerata. Il prezzo di ogni azione è pari a 76,00 euro. La Borsa valuta, quindi, il pacchetto oltre i 232 milioni di euro. Le azioni arrivano dalla Diego Della Valle & C. SAPA (6,09%), mentre i due Della Valle, Diego e Andrea, cedono entrambi l’1,96%. Se la famiglia Della Valle mantiene il controllo del gruppo (la Di Vi Finanziaria SAPA mantiene il 53,6% del capitale), aumenta invece il flottante effettivo che raggiunge il 42%. Ufficialmente è proprio la necessità di aumentare questo valore che ha spinto l’azienda marchigiana all’azione: «Il collocamento risponde all’esigenza, più volte espressa dal mercato, di incrementare la liquidità del titolo, fattore ancora più importante ora, tenendo conto dell’ingresso dello stesso nell’indice Ftse Mib, dal prossimo 20 dicembre».
Escluso, quindi, qualsiasi collegamento con gli altri investimenti personali di Mr Tod’s, in primo luogo quello relativo a Sak’s (a ottobre Diego Della Valle è passato dall’11% al 19% del capitale divenendo il primo azionista della catena americana).
Liquidità necessaria o meno, fatto sta che questo denaro sta per arrivare e ci si chiede come verrà utilizzato. Tra le ipotesi, oltre a Sak’s, un aumento della partecipazione in Rcs, oppure in Ntv (consorzio ferroviario privato) e, come spererebbero i tifosi viola, il rilancio della Fiorentina.