Il rosso di Wall Street e nei settori dell'energia e nelle materie prime agitano i mercati, ma a Piazza Affari sono le trimestralia decretare il rosso di giornata con il Ftse Mib che chiude a -0,4%. Mediolanum (+3,6%) e Azimut (+2,7%) chiudono in volata grazie alle promesse, rispettivamente, di un aumento del dividendo e di un incremento della raccolta 2015 ad almeno 6 miliardi. Bene anche il lusso e gli altri titoli legati al dollaro: Campari (+1,7%) e Luxottica (+1,2%).

Male invece Prysmian (-3,2%) nonostante la conferma della guidance 2015 e Saipem (-3,2%) che paga l'ulteriore flessione del greggio (-1% con il Wti a 45,86 dollari al barile). Generali (-1,1%) sconta una trimestrale inferiore alle attese. Sul mercato dei cambi, l'euro è stabile sul dollaro a 1,0855 dollari (ai minimi da luglio).