La giornata per la Borsadi Milano termina così com’era iniziata: con il segno meno. Al termine delle contrattazioni di lunedì 16 novembre l’indice Ftse Mib recupera qualcosa rispetto all’apertura, ma chiude con un calo dello 0,14%. A incidere sull’indice principale di Borsa Italiana è soprattutto Cnh Industrial. Il titolo del gruppo industriale italo-statunitense cede circa il 5% dopo che gli analisti di Jp Morgan hanno cambiato strategia sul titolo, passato da "neutral" a "underweight", e abbassato il target price da 6,5 a 5 dollari. Perde oltre il 4% Salvatore Ferragamo i cui conti non sono stati accolti positivamente dagli analisti; tra i titoli in calo da segnalare anche il -2,31% di Mediaset e i ribassi di Yoox Net-A-Porter (-1,99%) e Fca (-1,73%). Cresce, invece, il titolo Finmeccanica (+2,70%), che guida i rialzi davanti ad AnimaHolding (+2,4%), Buzzi Unicem (+1,80%), A2a (+1,37%) e Prysmian (+1,36%), premiata per il nuovo stabilimento annunciato in Messico.