La Borsa di Milano archivia in negativo una seduta caratterizzata dalla buona accoglienza complessiva dei risultati trimestrali delle banche e dal tracollo del titolo Mediaset. L’indice Ftse Mib di Piazza Affari chiude in ribasso dello 0,26% (AllShare -0,18%) nonostante una mattinata promettente, che aveva spinto l’azionario milanese in rialzo di quasi un punto percentuale. Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 è salito dello 0,65%.

Come accennato, in Borsa Italiana i riflettori sono stati puntati sulle banche il cui paniere è cresciuto dello 0,39%. Da segnalare il forte rialzo la Popolare di Milano (+6,54%) e BancoPopolare (+3,8%), mentre Ubi Banca ha perso ben il 2,47%. Più in generale è stata Mediaset a registrare un vero e proprio crollo: il titolo ha perso il 9,45% dopo i risultati trimestrali. Prese di beneficio sul lusso, tonico ieri: Yoox Net-A-Porter -2,78%, SalvatoreFerragamo +0,37%, Tod's -0,69% e Moncler -0,69%. Bene, invece, Luxottica (+1%), che beneficia dell’accordo in esclusiva per tre anni con i grandi magazzini statunitensi Macy’s.