La Borsa di Milano inverte la rotta in chiusura e segna una perdita superiore al mezzo punto percentuale (Ftse Mib a -0,67%) in una giornata in cui si registrano vendite generalizzate su tutto il listino principale, che risparmiano solo pochi titoli; tra questi Unicredit (+2,75%) dopo l'ipotesi di cessione di asset di Bank Austria. In calo soprattutto i finanziari, le auto, TelecomItalia e i due gruppi di occhialeria Luxottica (-3% circa) e Safilo (-2,5%). Ribasso a due cifre per Saras, che scende sotto il prezzo di collocamento del socio Rosneft di 1,9 euro.