Chiusura in netto calo per le Borse europee, penalizzate da Wall Street e da conti di alcune big. A Piazza Affari il Ftse Mib il 2,35%,con alcuni scivoloni importanti come quelli di Exor (-6,45%) dopo il collocamento di azioni proprie per il 4,87% del capitale, e Unicredit (-5,49%), che ieri ha annunciato la trimestrale e il nuovo piano industriale da 18.200 esuberi in Europa.I dati di bilancio hanno invece sostenuto Yoox-Net-A-Porter (+2,93%), Tod's (+1,83%) e A2a (+0,5%).

Sul mercato dei valutario, l'euro si rafforza leggermente a 1,0766 dollari (1,0726 ieri in chiusura), mentre il petrolio (future dicembre Wti) perde il 2,61% a 41,86 dollari al barile.