La Gazzetta dello Sport fa i conti in tasca alla Serie A. Il quotidiano pubblica, infatti, una classifica interattiva sullo stato di salute economico delle squadre di calcio del campionato italiano, ordinate per sia fatturati che per indebitamenti.
Di ciascuno dei 20 club vengono indicate le seguenti voci: ricavi, costi, plusvalenze, risultato netto e debiti netti. I dati fanno riferimento ai bilanci chiusi al 30 giugno 2013, con la sola eccezione di Atalanta, Fiorentina, Genoa, Milan, Sampdoria e Torino, i cui bilanci sono stati chiusi al 31 dicembre 2012. In linea generale, si riscontra uno sbilanciamento tra costi e fatturati nel biennio 2012-2013. Se infatti la crescita dei fatturati (+8% rispetto al 2011-2012) è superiore a quella dei costi (+4%), sono comunque le uscite a gravare in bilancio, toccando quota 2.365 milioni di euro. I fatturati complessivi ammontano invece a 1.772 milioni di euro. Da qui, la perdita aggregata di 203 milioni di euro. Elevato anche l’indebitamento: 1.572 milioni netti.

VAI ALLA CLASSIFICA