Brunello Cucinelli © Getty Images

Brunello Cucinelli, fondatore dell’azienda che porta il suo nome

Successo al di là delle più rosee aspettative per Brunello Cucinelli. L’azienda umbra del cachemire «a seguito delle adesioni ricevute, significativamente superiori rispetto alle azioni oggetto dell’Offerta Globale» non solo chiude anticipatamente il periodo dell’offerta, ma anticipa anche lo sbarco a Piazza Affari. «Il termine del periodo di offerta inizialmente fissato per venerdì 27 aprile 2012 viene anticipato a lunedì 23 aprile 2012. La data di pagamento delle azioni e di inizio negoziazioni delle azioni dell’Emittente sul Mercato Telematico Azionario, individuate in precedenza nel 3 maggio 2012, sono anticipate al 27 aprile 2012».

Il profilo della Brunello Cucinelli. Fondata nel 1978 dall’omonimo stilista e imprenditore, conta oggi oltre 700 addetti e ricavi netti nel 2011 pari a 243 milioni di euro (+19% rispetto all’anno precedente), di cui circa il 70% fatturato all’estero, e un EBITDA di 40 milioni di Euro (in crescita del 68% rispetto all’anno precedente). Il Gruppo è attivo a livello internazionale in oltre 50 Paesi attraverso 60 boutique monomarca nelle principali capitali mondiali (Milano, Parigi, Londra, New York, Los Angeles, Miami, Mosca, Tokyo, Hong Kong, Shanghai) e nelle più esclusive località resort (ad es. Capri, St. Tropez, Porto Cervo, Cannes, Cortina, St. Moritz, Sylt, East Hampton), con una presenza significativa in oltre 1.000 selezionati clienti multimarca, compresi i principali department stores del lusso.