Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa italiana

La Grecia crea una squadra di negoziatori per parlare con l'Europa: è il segnale che i mercati europei aspettavano interpretandolo come la fine dell'improvvisazione di ministro delle Finanze, Yanis Varoufakis. Torna così la fiducia sulla situazione greca e il positivo sulle Borse europee. A partire da Atene che chiude a +4,4%.

Il Ftse Mib a Milano segna +1,6% nel giorno dell'exploit di Mediaset che, sulle voci di un interesse di Vivendi per il gruppo di Cologno Monzese, guadagna l'8,23%. Protagonista anche Saipem dopo la trimestrale e la conferma dei target 2015.: +6,63%. Male invece Ferragamo, su cui gli analisti hanno suggerito di prendere profitto dopo i recenti rialzi: subito ascoltati, hanno causato il -2,49% di giornata.

Sul mercato dei cambi, infine, l'euro passa di mano a 1,0903 dollari (1,0873 venerdì), stabile il prezzo del petrolio con il future giugno sul Wti segna -0,07% a 57,11 dollari al barile.