Torna a crescere la Borsa di Milano. Dopo i recenti cali e grazie ai segnali positivi in arrivo dall’Asia e da Wall Street Piazza Affari rimbalza: restano i timori per il raffreddamento dei prezzi delle materie prime e della crescita economica in Cina, ma questo non impedisce al listino principale di Borsa Italiana (Ftse Mib) di aprire in crescita dell’1,7%.
A Milano deciso rialzo per Fiat Chrysler, che rimbalza così come tutto il settore dell’auto e, in particolare, Volkswagen, che in Germania riconquista parte del suo valore (+5%) dopo il “diesel gate”. Buon rialzo anche per la Popolare di Milano, tra le migliori del listino dopo l'annuncio sulla trasformazione in Spa "indicativamente" entro fine giugno 2016. In recupero il settore del lusso, con Tod's, Moncler, Yoox, che salgono di oltre il 2%.

Spread Btp-Bund. Il differenziale di rendimento tra il decennale italiano benchmark (Isin IT0005090318) e il pari scadenza tedesco ha aperto a 112 punti base, in calo rispetto ai 114 della chiusura di ieri. Il rendimento del Btp è all'1,71%, in leggera flessione rispetto all'1,73% di ieri.