Chiusura in forte calo per la Borsa di Milano, la quarta consecutiva in una settimana caratterizzata dallo scandalo Volkswagen, che si sta allargando a macchia d’olio ad altri gruppi automobilistici. Sospetti su dati manipolati in chiave emissioni sono ricaduti anche su Bmw e Daimler, il cui titolo in Borsa è crollato rispettivamente del 5,15 e del 4,4%. A livello europeo il settore auto ha perso il 3,48%, mentre a Piazza Affari – dove l’indice Ftse Mib ha archiviato la seduta con un calo del 2,31% (benchmark europeo FTSEurofirst 300 a -2,15%) – Fca è risultata la peggiore segnando una perdita del 7,5%. In forte calo anche Cnh (-5,7%), che risente delle deboli prospettive del settore evidenziate dalla statunitense Caterpillar che ha annunciato un piano di ristrutturazione e di taglio dei costi.

Forte crescita, invece, per Banca Monte Paschi Siena, che ha guadagnato il 4,45% sulla scia dell'accordo con Nomura sul derivato Alexandria.