Inizio di settimana decisamente in salita per la Borsa di Milano, che in apertura cede circa il 4,15% a causa della crisi della Borsa di Shanghai, in calo dell’8,5% e che ha raggiunto i livelli più bassi da inizio 2007. Il segno meno si registra anche nelle altre Borse europee con Francoforte che perde oltre il 3%, leggermente inferiori le perdite per Londra e Parigi.

Tra i titoli dell’indice Ftse Mib pesante perdita per Moncler, in calo del 7% e in asta di volatilità; male anche Fiat Chrysler Automobiles (-7%) in linea con un pesante mercato europeo dell’auto; in asta di volatilità anche Banca Generali che, fuori dal listino principale, registra un calo di oltre il 12%. Nel listino principali, come evidenziato da Reuters , tengono soltanto i tre titoli oggetto di Opa: Pirelli, World Duty Free e Ansaldo Sts, che restano tutti invariati.

Btp-Bund. In apertura di Borsa lo spread tra buoni del tesoro poliennali italiani con scadenza a 10 anni e i pari grado tedeschi si attesta a 138 punti base, ai massimi dall’8 luglio e in rialzo di 9 punti rispetto ai 129 registrati lo scorso venerdì. Il tasso del decennale italiano sale a 1,925% da 1,864% della chiusura, sui massimi da fine luglio.