L'effetto Draghi sui mercati si spegne dopo le parole del presidente della Bundesbank, Weidmann, che stoppa il quantitative easing della Bce.

Parigi e Francoforte guadagnano circa mezzo punto percentuale mentre Londra e Milano chiudono in negativo. A Piazza Affari il Ftse Mib, dove lo stacco cedola ha pesato per lo 0,16%, ha ceduto lo 0,14% e il Ftse All Share lo 0,09%.

Male, in particolare Telecom (-3,86%) per i dubbi sul Brasile e su Metroweb (aumento di capitale?). Bene invece i bancari: Bper +2,33%, Ubi +1,86% e Banco Popolare +1,92%. Acquisti anche su Wdf (+3,06%).

Sul mercato valutario, l'euro si riporta sopra quota 1,24 dollari: il cambio segna 1,2439 (1,2390 venerdi'). In rialzo anche il petrolio: +0,52% il contratto Wti gennaio a 76,91 dollari al barile.