Tutte le Borse europee beneficiano delle riforme della Grecia, appena approvate dal Parlamento di Atene e richieste dai creditori per il salvataggio del Paese dal default. A Piazza Affari il Ftse Mib sale dello 0,53% e il Ftse All Share dello 0,55%. In Borsa Italiana bene i bancari – in particolare Bpm, che cresce dell’1,8% – ma le migliori performance sono di Fiat Chrysler Automobiles, il cui titolo (crescita di oltre il 2%) beneficia delle circa 473 mila vetture immatricolate nei primi sei mesi dell’anno, una performance migliore del 12,6% rispetto al mercato. L’unico calo segnalato da Borsa Italiana è quello di Tenaris, che in apertura perde circa l’1%.

Il cambio euro-dollaro è in favore del biglietto verde: dopo l’annuncio del numero uno della Federal Reserve Usa, Janet Yellen, che ha aperto a un aumento dei tassi di interesse, l’euro viene scambiato a 1,0918 dollari (-0,3% rispetto ai ieri). Petrolio in rialzo sui mercati. Il greggio Wti del Texas sale di 55 centesimi a 52,07 dollari al barile mentre il Brent cresce di 50 centesimi a 57,55.

Spread Btp-Bund. Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund tedesco. Il differenziale segna 118 punti contro i 117 della vigilia dopo un calo nei primissimi scambi a quota 115. Il rendimento resta sotto il 2% a 1,994%.