Apertura in positivo per Piazza Affari all’indomani del decreto che trasformerà le banche popolari in Spa entro 18 mesi. A inizio seduta l’indice Ftse Mib segna un +0,5% (anche se, dopo circa un’ora, la Borsa di Milano segna un -0,2%, trascinata in ribasso dall’andamento delle altre piazze europee). Le performance migliori a Piazza Affari si confermano quelle delle popolari: nei primi scambi Banco Popolare, Bpm e Bper registrano rialzi di oltre il 5%, Ubi del 2,7% e Mps dell'1,8%. Enel Green Power (+1,4%) sale in scia alla promozione di Goldman Sachs; positive anche St (+1,1%) e Telecom Italia (+1%). Sul mercato valutario l'euro apre a 1,156 (stabile rispetto a ieri).

SETTORE ENERGETICO. Il greggio recupera (con il Wti +1% a 47 dollari) ma Saipem è ancora debole (-0,3%). In coda al listino Unipolsai (-1%) e le utility di Stato, ovvero Enel (-0,8%) e Terna (-0,5%).