Apertura positiva per la Borsa di Milano nella settimana in cui la Federal Reserve americana dovrà decidere sui tassi di interesse Usa. Dopo la flessione di venerdì 11 settembre, segna una crescita +0,21% nei primi minuti di contrattazione (Alle 9.40 l’indice Ftse Mib è a +0,43%, AllShare a +0,42%), leggermente superiore al benchmark europeo l'FtsEurofirst300, che sale dello 0,13%.,
In Borsa Italiana vendite su Telecom Italia, che cede lo 0,55% dopo il calo di oltre il 3% registrato venerdì a seguito dello stop alla fusione tra Teliasonera e Telenor e su timori riguardanti l'integrazione già annunciata tra Wind e 3 Italia. Deboli anche le banche e Fca. In rialzo Finmeccnica, che guadagna l'1,12% sulla scia della commessa di Eurofighter in Kuwait del valore per il consorzio partecipato dalla società di 7-8 miliardi di euro.

Spread Btp-Bund. Differenziale stabile tra i titoli di stato italiani a dieci anni e i pari scadenza tedeschi: il punteggio si attesta a 119 punti base, un centesimo oltre la chiusura precedente, mentre il decennale italiano giugno 2025 paga 1,846% da 1,883%.