Apertura in negativo per tutte le principali Borse europee, che attendono novità sull’Eurogruppo che discuterà l’accordo sul debito greco (anche questo appuntamento, l’ennesimo, viene considerato decisivo). L’indice Ftse Mib della Borsa di Milano perde lo 0,6% in apertura, in linea con le altre piazze finanziarie del Vecchio Continente (Francoforte -0,5%, Parigi -0,75%).
Davvero pochi titoli in Borsa Italiana restano sopra la parità in apertura di contrattazioni, tra questi Campari (+0,6%). In calo Prysmian (-1,4%) e Telecom Italia (-1,7%) nel giorno del primo Cda dopo l'ingresso nel capitale di Vivendi. Cede lo 0,7% Eni, ritraccia Enel dopo il rialzo di ieri. Il settore energia europeo cede lo 0,6%.

L’euro si attesta sotto quota 1,12 sul dollaro a 1,1199. Petrolio in leggero calo in Asia dove il Wti cede 8 centesimi a 59,62 dollari al barile.