Avvio di seduta debole per la Borsa di Milano, in linea con le altre piazze europee, in una giornata che si preannuncia difficile per gli indici. Dopo i primi scambi l’Ftse Mib di Borsa Italiana cede lo 0,33% (alle 9.45 è vicino alla parità), mentre il benchmark europeo FTSEurofirst è piatto con un -0,08%.

A Milano corrono gli energetici A2a e, soprattutto, Saipem, che dopo oltre mezzora di contrattazioni segna un rialzo superiore al 2%; bene anche Exor, la società della famiglia Agnelli, che beneficia del piano presentato da John Elkann agli azionisti Fca. Deboli, invece, i titoli del lusso SalvatoreFerragamo (-2%), Tod’s (-1,4%) e Yoox (-0,9%); cedono terreno anche le banche e titoli di EiTowers e RaiWay, dopo lo stop all’Opas deciso dalla Consob.

Spread Btp-Bund. Avvio di seduta in rialzo per lo spread. Il differenziale di rendimento del titolo decennale italiano benchmark (Isin IT0005045270) è salito a 111 punti base dai 108 punti nel finale di ieri. Anche il rendimento del decennale italiano è risalito all'1,26% dall'1,24% della chiusura di ieri.