Continua il momento negativo per Piazza Affari, così per tutti i principali mercati europei. I dati sul Pil Usa, inferiore alle attese, tiene al ribasso anche Borsa Italiana, che ieri aveva chiuso con un -2,2%. Nelle prime battute l’indice Ftse Mib cede lo 0,4%, l'AllShare perde lo 0,43%.
In ripresa Mediolanum (+0,9%), buoni risultati anche per Saipem (+1,5%) ed Eni (+0,5%) in sintonia con un settore Oil & Gas positivo anche nel resto d'Europa.
Deboli i bancari e in particolare Mps, con un ribasso dello 0,7%; pesante, invece, il calo per Stmicroelectronics (-7,8%), sulla scia dei risultati che hanno mostrato una perdita di 22 milioni nel primo trimestre. A Parigi, il titolo perde oltre il 7%. Ancora in calo Fca, all'indomani dei risultati.

Spread Btp-Bund. Apertura in lieve calo per il differenziale tra il Btp decennale benchmark (Isin IT0005045270) e il Bund tedesco di pari durata, in avvio a 120 punti base dai 122 della chiusura di ieri. Il rendimento dei Btp scende all'1,49% dall'1,50% della vigilia.