© Getty Images

L’ammissione del numero uno del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, su una possibile uscita della Grecia dall’Euro, mantiene alta l’incertezza tra i mercati finanziari. Dopo un’apertura positiva, Borsa Italiana inverte la tendenza e si muove in ribasso; dopo circa mezzora di contrattazioni l’indice Ftse Mib viaggia intorno a -0,5%. Gli occhi degli investitori non sono puntati solo su Atene, ma anche su una serie di risultati macro della zona euro e degli Stati Uniti che saranno pubblicati in giornata.
Tra i titoli di Borsa Italiana soffrono soprattutto le banche – Mps (-1,82%), Carige (-0,23%), Intesa Sanpaolo (-0,84%) – con qualche eccezione, come le Popolari di Emilia Romagna e Milano. Autogrill guida il listino principale con un rialzo dell'1% circa, in calo dell'1% Telecom.

Spread Btp-Bund. Avvio di seduta in rialzo per lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale tra i due titoli di stato è pari a 136 punti base, in rialzo rispetto ai 133 della chiusura di ieri. Il rendimento risulta stabile all'1,87%.