Le Borse europee ignorano le fosche stime del Fmi sull'economia mondiale e chiudono in positivo. A Piazza Affari l'Ftse Mib segna +0,92%, spinta innanzitutto da Tod's (+3,8%) e UnipolSai (+3,6%) dopo che l'ad Cimbri ha confermato un dividend yield all'8% per il 2015. Il balzo del petrolio spinge Tenaris (+3,1%) ed Eni (+1,7%) mentre A2a (+2,7%) tocca i massimi da cinque anni in attesa della risposta dei soci della multiutility Linea Group su una possibile integrazione. Bene anche Finmeccanica (+2,6%) e Yoox (+2,1%).

In coda al listino, oltre a Saipem (-3,1%), c'è tutto il comparto delle popolari con Bpm (-2%), Banco Popolare (-1,3%) e Ubi Banca (-1%). Debole anche Atlantia (+0,08%) con il mercato che giudica deludenti le offerte per il 30% di Adr, valutata tutta 3,3 miliardi.