Partenza debole per le Borse europee a causa dell'incertezza sulla situazione della Grecia.

In flessione dello 0,4% Francoforte e Parigi, appena sotto la parità Madrid così come Milano che regge grazie alle banche e ai petroliferi.

Mps guadagna il 2,2%, Bpm l'1,4%. Sopra il punto percentuale anche Saipem e Tenaris, mentre il +0,5% di Enel è dovuto ai risultati preliminari positivi.

In negativo spiccano le performance di Luxottica (-1,3%), Exor (-1,1%) e Mediaset (-1,7%)

SI rafforza intanto l'euro a 1,1454 così come il petrolio che si riallontana da quota 50 dollari a 51,35 per il Wti di marzo (+1,7%).