Blockbuster Inc. ha avviato il procedimento per la vendita della compagnia a un gruppo di investitori per un valore di circa 290 milioni di dollari. Ad annunciarlo, è stato direttamente il gruppo di Dallas, in amministrazione controllata secondo il Chapter 11 americano dallo scorso 23 settembre, affermando di aver raggiunto un accordo (sebbene formalmente, si tratterebbe di un’asta) con il consorzio Cobalt Video Holdco LLC, composto dai fondi di investimento Monarch Alternative Capital LP, Owl Creek Asset Management LP, Stonehill Capital Management LLC e Värde Partners. A riportare la notizia dell’accordo, che include sia il patrimonio che i debiti dell’azienda, sono diverse testate americane tra cui Homemediamagazine.com .
Secondo i piani di Blockbuster, il processo di acquisizione (la cui conclusione è attesa per il 21 aprile prossimo) non dovrebbe interferire con l’operatività dei servizi offerti al pubblico, che comprende, oltre agli store tradizionali, i chioschi self service, la distribuzione via posta e l’e-business. In un comunicato diffuso sempre da Blockbuster, il Ceo Jim Keynes sostiene che questa fase di acquisizione è fondamentale per far uscire dall’amministrazione controllata rafforzando e consolidando la compagnia attraverso una nuova proprietà. A riprendere la notizia in Europa è anche il sito britannico di informazione game ed entertainment Mcv-Uk , secondo il quale il consorzio Cobalt sosterrebbe che l’acquisizione potrebbe coinvolgere anche le attività internazionali di Blockbuster, fra cui quella del Regno Unito che presenta un bilancio ancora positivo. Tuttavia, sempre secondo Mcv-Uk , l'accordo non includerebbe un impegno da parte di Cobalt a continuare l'attività.