© Getty Images

In arrivo 129,8 miliardi di euro per oltre 300 banche dell'Eurozona: è il risultato della seconda attesissima asta Tltro voluta dalla Bce per rifornire di liquidità gli istituti finanziari europei.

Insieme con gli 82 miliardi della prima asta - ne seguiranno altre sei fino al 2015 ma di entità minore - il totale di denaro fresco immesso ammonta a 212 miliardi di euro, la metà di quanto messo a dispozione dalla Banca centrale europea.

IN ATTESA DEL QE. Il risultato comunque tiene lontana la Bce dall'obiettivo di portare il bilancio a mille miliardi di euro (riportandolo ai livelli del 2012) per contrastare la bassa inflazione, anche calcolando i 21 miliardi di obbligazioni bancarie garantite acquistate e i 600 milioni di euro di titoli cartolarizzati (Abs).

Aumentano così le attese per il quantitative easing, da deliberare dopo molte promesse forse già il prossimo 22 gennaio nonostante l'opposizione tedesca.

Nelle prossime settimane, tra l'altro le banche rimborseranno circa 275 miliardi di euro ottenuti con i finanziamenti triennali Ltro fra fine 2011 e inizio 2012, riducendo pertanto la liquidità.