Apple pay later: Cupertino apre agli acquisti a rate

Tim Cook (© Apple)

Apple debutta nell’emergente mercato del Buy now, pay later , ovvero “compra ora e paga dopo” con il quale darà la possibilità ai propri clienti di acquistare una serie di dispositivi tra cui gli iPhone e i Mac a rate. Il servizio, presentato dal Ceo TimCook in occasione della conferenza annuale per gli sviluppatori del 6 giugno, sarà al momento rivolto solo per i cittadini statunitensi, ma è un ulteriore campanello d’allarme per i grossi gruppi del settore bancario retail. 

Attraverso il portafoglio digitale Applewallet, i clienti Apple potranno acquistare prodotti di Cupertino dilazionando l’acquisto in quattro rate dello stesso ammontare e spalmate su sei settimane, senza commissioni e interessi.

Come segnalato da RobertoNicastro, banchiere co-fondatore della banca digitale, l’ingresso di Apple nel buy now, pay later – che ha da poco acquistato la start up di open banking britannica Credit Kudos – è tra i primissimi debutti “di una grande internet company nell’attività bancaria ‘vera’ (quella creditizia)”. Nicastro ha sottolineato come il fenomeno rappresenti “un’attività ancora poco regolamentata e forse anche per questo attraente per Apple, ma certo questa evoluzione è un possibile ‘game-changer’ per il settore bancario retail. E forse anche per la stessa Apple".