Apertura in deciso rialzo per la Borsa di Milano, che continua a guadagnare – Ftse Mib a +0,93% in apertura (Ftse it AllShare a +0,86%) – a poche ore dalla presa di posizione della Federal Reserve statunitense, che ha evidenziato come l’aumento dei tassi di interesse Usa avverrà, ma senza fretta.

In Borsa Italiana a Milano si segnala soprattutto lo sprint di Fiat Chrysler Automobiles (Fca), con Saipem (+2,59%) tra i titoli a maggior capitalizzazione che stanno performando meglio nella mattinata di venerdì 9 ottobre; il titolo del gruppo automobilistico cresce in vista del prossimo collocamento del 10% di Ferrari. Ben comprate anche le banche con le big IntesaSanpaolo e Unicredit. Bene anche Telecom Italia che sale dell'1,3% dopo la conferma ieri del presidente, Giuseppe Recchi, della riapertura dei colloqui con F2i e Cdp per un'alleanza con Metroweb e, come riporta la stampa, l'avvio formale dell'iter per la valorizzazione di Inwit. Fra i titoli minori sospesa al rialzo Zucchi con un teorico +8,4%, galvanizzata dall'annuncio che la società ha concesso ad Astrance Capital un periodo di esclusiva sulla base di una proposta vincolante che prevede l'acquisizione del controllo di GB Holding e un aumento di capitale riservato per 10 milioni di euro.

Spread Btp-Bund. In apertura il differenziale di rendimento tra Btp e Bund decennali è in lieve ribasso dalla chiusura di ieri: 109 punti base da 110. Il tasso sul Btp a 10 anni sale invece all'1,700% dall'1,686% dell'ultima chiusura.