Apertura di Borsa positiva per Milano, il cui indice Ftse Mib cresce di uno 0,34% (AllShare +0,36%) in un mercato in cui continuano a pesare i dati macro deboli sulla Cina della scorsa settimana. L’attenzione è sulle banche popolari, all’indomani dei risultati e di alcune speculazioni sul fronte di fusioni-acquisizioni. A guidare i rialzi sul listino principale di Borsa Italiana sono Banco Popolare (+3,96%) e Popolare di Milano (+3,47%) il cui titolo sale dopo la presentazione dei risultati. La banca ha detto che non esclude ipotesi di M&A "meno ovvie", così come l'opzione stand-alone. Deciso calo, invece, per Ubi Banca (-3% dopo i risultati) che, secondo indiscrezioni, avrebbe avviato colloqui ad alto livello con Pop Milano. Perde circa il 7% del proprio valore Mediaset, dopo i dati che hanno portato diversi broker ad abbassare il giudizio sulla società. Sul mercato dei cambi l'euro torna sopra quota 1,07 dollari, a 1,0747 (1,0680 ieri in chiusura). Debole il petrolio: il future dicembre sul Wti cede l'1,13% a 43,71 dollari al barile.