Apertura di Borsa positiva per Milano, che torna a crescere dopo il leggero ribasso di martedì sera. Nella mattinata di mercoledì 4 novembre l’indice Ftse Mib cresce dello 0,55% (AllShare +0,53%); positive anche Madrid (+0,7%), Parigi (+0,3%), e Londra, mentre Francoforte resta ferma con un lieve -0,08%.
In Borsa Italiana il titolo Finmeccanica (+4% in apertura) guida i rialzi grazie ai conti dei nove mesi chiusi con utili in crescita a 160 milioni di euro. Positivi anche i petroliferi (mentre il Wti corregge dello 0,3% a 47,73 dollari al barile dopo l'exploit di ieri): +1,9% Tenaris prima della trimestrale, +1% Eni. Le precisazioni di Niel non infiammano Telecom Italia (-0,2% dopo una apertura a -0,8%) anche perché, come sottolineato dall’agenzia Radiocor , l'imprenditore francese non è al momento in possesso di diritti di voto che in qualche modo gli consentano di avere un ruolo attivo nel gruppo di telecomunicazioni e inoltre detiene opzioni sui titoli esercitabili solo a scadenza e quindi non prima del giugno 2016. In discesa Fiat Chrysler (-0,8%) a causa delle deludenti immatricolazioni in Brasile. Sul mercato valutario, l'euro scambia a 1,0929 dollari (1,0959 ieri sera). Euro/yen a 132,35 (132,64). Dollaro/yen a 121,11 (121,03).

Spread Btp-Bund. Avvio di seduta stabile per lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale di rendimento tra Btp decennale italiano e il pari scadenza tedesco è a 107 punti base dai 108 della chiusura di ieri. Il rendimento è all'1,64% dall'1,65% di ieri.