Apertura positiva per la Borsa di Milano, che si conferma in crescita all’indomani delle parole del presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, che ha aperto a una possibile rimodulazione del Quantitative easing a dicembre. Dopo i primi minuti di contrattazioni l’indice Ftse Mib guadagna lo 0,36%, l’AllShare lo 0,30% (risultati migliori per Francoforte e Parigi, che crescono dell’1%).
Guida i rialzi Azimut Holding, con una crescita – intorno alle 9.35 – di oltre il 4%; in rialzo anche Telecom Italia e Salvatore Ferragamo, che recupera dopo diverse giornate in perdita. Tra i titoli del lusso spicca il ribasso del'1,62% circa di Luxottica dopo il rally di ieri, ma a guidare le perdite è Banca Popolare di Milano (-1,82%). Sul mercato valutario, l'euro scende sotto 1,11 dollari e scambia a 1,0924 da 1,1156 di ieri sera. Petrolio in rialzo a 45,67 dollari (+0,6%) al barile nel Wti dicembre.