© Getty Images

Un accordo che promette di cambiare il volto della distribuzione libraria italiana. È quello tra Messaggerie Italiane e Gruppo Feltrinelli.

Secondo i termini del contratto – che dovrà essere approvato dall’Antitrust – la nuova realtà sarà controllata al 70% da Messaggerie e per il 30% da Feltrinelli. Il nuovo soggetto giocherà un ruolo fondamentale nella distribuzione e nel commercio di librerie, grande distribuzione e online.

Verranno integrate Messaggerie Libri, Fastbook e Opportunity (per il primo gruppo) e Pde – Promozione e distribuzione editoriale (per il secondo protagonista). Le rispettive reti promozionali resteranno invece del tutto indipendenti e autonome sul mercato.

Si potrà così offrire a centinaia di case editrici indipendenti una distribuzione efficiente e ai librai un servizio migliore in tempi di crisi.

«L’accordo tra Messaggerie e Feltrinelli, nella distribuzione e nell’ingrosso librario, testimonia la volontà dei due gruppi di offrire anche in futuro a tutti gli editori indipendenti il massimo accesso al mercato e il miglior servizio», dichiara Alberto Ottieri, amministratore delegato Messaggerie Italiane, «le economie di scala della nuova società distributiva consentiranno di investire ancor più nel canale del libro fisico, in un momento di mercato difficile e in forte trasformazione, con la massima efficienza e competenza».