La Commissione europea rivede al ribasso le stime sull’inflazione dell’Italia. Secondo le previsioni economiche intermedie della Commissione, infatti, nel 2010 l’inflazione italiana sarà all’1,6% contro l’1,8% previsto in primavera (nel 2009 l’inflazione era allo 0,8%).
Sostanzialmente invariate, invece, le stime sull’inflazione nella zona euro: nei 16 Paesi si dovrebbe passare dall’1,4% della scorsa primavera all’1,5%, mentre nei 27 Paesi l’inflazione dovrebbe essere confermata all’1,8%.