© Sxc/Pierre Amerlynck

Le sette maggiori tasse del Paese, che valgono da sole l’80% del gettito tributario, sono anche le principali non pagate in Italia. Irpef, Iva, Ires, Irap, imposta registro, canone Rai e bollo auto: l’evaso di queste imposte rappresenta per lo Stato un ammanco di 119,6 miliardi di euro (pari al 28% del totale delle imposte pagate); una somma che permetterebbe di coprire almeno due delle ultime manovre finanziarie approvate dall’esecutivo. A redigere una classifica delle 7 tasse più evase in Italia è il quotidiano la Repubblica che, incrociando i dati della Commissione Giovannini, del Rapporto 2011 della Corte dei Conti sulla finanza pubblica e dell’indagine Uil sul lavoro irregolare ha calcolato il cosiddetto ‘tax gap’, ovvero quello che manca tra redditi guadagnati e redditi dichiarati al fisco.
Ai primi due posti, dominano Irpef e Iva il cui gettito evaso si stima rispettivamente in 49,5 miliardi e 44,8 miliardi di euro. A contribuire all’evasione dell’Irpef sarebbe soprattutto il lavoro nero o irregolare (pari a 18 miliardi di Irpef, secondo la Uil). Tra le tasse più evase anche il canone Rai che ammonta a 623,3 milioni di euro.

IMPOSTA Stime del gettito evaso in miliardi di euro Incidenza tra gettito evaso e gettito incassato
1. Irpef 49,5 25,8%
2. Iva 44,8 31,5%
3. Ires 15,5 32,6%
4. Irap 7,1 21%
5. Imposta registro 1,6 33,9%
6. Canone Rai 0,6 37,5%
7. Bollo auto 0,5 7,9%
TOTALE 119,6 28%

Fonte: la Repubblica di giovedì 19 gennaio 2012